domenica 5 aprile 2009

Gentile lettore,

Gentile lettore,

quella che segue è solo una lettera di presentazione e di invito alla nostra attività politica. Ciò che renderà propositive e positive queste poche righe sarà la Tua sensibilità e la Tua attenzione ai problemi che intendiamo affrontare insieme.

Sviluppando un nuovo modo di fare e proporre la gestione dei beni pubblici, della nostra città di Perugia, tentiamo di attuare e auspichiamo una democrazia partecipata, fatta di tutti e  da tutti i cittadini.

Siamo una lista civica, apartitica, di cittadini come Te, che credono fermamente di poter cambiare e migliorare la città attraverso il nostro impegno, con sacrificio e lavoro per raggiungere gli obiettivi prefissati.

A Te o a chi non può dare questo contributo di tempo e attività chiediamo di partecipare dandoci ascolto e l’opportunità di esserci, di essere votati e di essere eletti.

Questa non è solo una campagna elettorale, è una campagna di idee di rinnovamento e, leggendo i punti del nostro programma, capirai che già solo il parlare di questi temi è e sarà un bene e un miglioramento per la vita di tutti.

La nostra attenzione è infatti centrata sulla persona, come essere uomo o donna e poi come Cittadino.

 Ed è ciò che rende la nostra azione diversa dai partiti politici, perché non portiamo la bandiera di nessun interesse particolare, di nessuna ideologia cristallizzata, di nessuna lobby, ma di ciascun cittadino che vuole partecipare con noi:

con un’ora del suo tempo, con un’idea, con un voto.

E’ per questi motivi che Ti invitiamo a leggere i punti della nostra prospettiva di rinnovamento e a concederci l’opportunità di presentarci e di parlare del nostro programma elettorale a Te e a chi credi possa voler Perugia come la sogniamo noi.

Ecco le cinque stelle del programma:

    Acqua: gestione dell’acqua esclusivamente pubblica, quota minima gratuita per ciascun cittadino, ristrutturazione della rete idrica per azzerare gli sprechi, sistemi efficienti di controllo della qualità dell’acqua.

    Energia: uso di fonti di energia rinnovabili, risparmio energetico, co-generazione diffusa di energia elettrica  e calore, fotovoltaico condominiale con leva fiscale, illuminazione pubblica con tecnologie illuminanti a led e pannelli fotovoltaici, Sportello Unico per l’efficienza energetica per semplificare la burocrazia e fornire consulenze per il cittadino.

    Sviluppo: sviluppo dell’agricoltura locale sostenibile, innovativa e biologica a “Km zero”, incentivazione della filiera corta, creazione dell’Ente Comunale di Consumo per la vendita di beni alimentari essenziali a prezzi ribassati. Rilancio delle relazioni sociali tra persone mediante spazi di socializzazione e nuove tecnologie, creazione di un canale di comunicazione bidirezionale e interattivo con la Pubblica Amministrazione. Rilancio socio-economico-culturale del centro storico mediante lo sviluppo delle attività commerciali e artigianali locali.

    Ambiente: gestione dei rifiuti compatibile con ambiente e salute à politica delle 4 R -riduzione, raccolta differenziata, riciclaggio, riuso-; processi di trattamento a freddo (no incenerimento), recupero energetico senza combustione, centri di produzione compost no profit, mercatini dell’usato a gestione pubblica, riduzione imballaggi, distributori alla spina. Freno alla cementificazione, sviluppo e recupero aree verdi, quartieri e parchi vivi e sicuri.

     Trasporti: mobilità condivisa –bike e car sharing, car pooling-, veicoli elettrici, ottimizzazione del sistema integrato dei trasporti pubblici sulla base delle reali esigenze dei cittadini, rispetto normativa in materia di strisce blu, rispetto normative di zonizzazione acustica, impianti di rilevazione elettronica della velocità e infrazioni semaforiche (no all’uso del codice della strada per fare cassa), soluzioni economiche e sicure per il trasporto pubblico, passante ferroviario, metro tranvia.

Ma la stella più importante di tutte è quella della Partecipazione,  quella vera, non promessa ma applicata, da subito, dalla campagna elettorale, nelle assemblee, aperte, con la parola ai Cittadini, perché non siamo sudditi.


Il programma della Lista Civica “Perugia a 5 stelle” e’ un laboratorio aperto, che si fonda su buon senso, concretezza e nuovi concetti da scoprire, apprendere ed attuare insieme, con assemblee pubbliche, forum internet, incontri tra cittadini e con esperti. Aspettiamo anche Te, le Tue idee, i Tuoi contributi. La Tua presenza.

Lista Civica Perugia a Cinque Stelle

 

per informazioni e adesioni:

www.perugiacinquestelle.info

email  info@perugiacinquestelle.info

Numero di telefono 377.188.6647

domenica 15 febbraio 2009

GRAZIE A TUTTI



Un grazie a tutti i partecipanti all'assemblea del 14 febbraio, è stata una splendida giornata, in poche ore siamo riusciti ad ottenere un grande risultato, tante persone che non si erano mai incontrate, con grande passione e partecipazione sono riuscite ad ottenere un grande risultato, discutere di temi reali e sintetizzare insieme i desideri e le aspettative più importanti, un successo.

Questo sarà il nostro percorso, costruire insieme il programma di governo per la nostra città, consegnarlo ai nostri delegati e insieme a loro conseguirlo durante il mandato.

In attesa della relazione del gruppo che ha curato il lavoro, vi diamo appuntamento alle prossime riunioni operative.

Grazie
Lo Staff

_________

Resoconto della riunione

La seconda parte dell’incontro ha riguardato l’applicazione di un metodo partecipativo finalizzato a far emergere le opinioni e le esigenze di tutti i partecipanti.

A ciascun partecipante sono stati consegnati due cartellini di colore diverso e un pennarello nero, per garantire l’anonimato, con la consegna di scrivere su ognuno una sola parola in risposta a due domande stimolo:
1) Cosa vorresti che ci fosse nel tuo comune per vivere meglio? (risposta su cartellino giallo)
2) Cosa vorresti che non ci fosse nel tuo comune per vivere meglio? (risposta su cartellino blu)

I cartellini con le risposte sono stati appesi sulla lavagna e sono stati raggruppati secondo criteri di omogeneità.

Sono emersi interessanti risultati:
per quanto riguarda la risposta alla domanda “Cosa vorresti che ci fosse nel tuo comune per vivere meglio?” un elevato numero ha riguardato la trasparenza .
Sono emersi poi altre esigenze connesse al tema della trasparenza quali: consapevolezza, rispetto, giustizia, referendum, connettività gratuita.
Sono emerse poi esigenze legate alle tematiche ambientali: ecosostenibilità, spazi verdi, raccolta differenziata, energie rinnovabili, acqua Trasimeno; alla tematica della mobilità: infrastrutture, servizi, meno traffico; agli aspetti legati alla socialità: la risposta più frequente è stata partecipazione, altre risposte hanno riguardato: più sociale, senso civico, sicurezza. Altri ancora hanno espresso il desiderio di maggiori posti di lavoro.
Le risposte alla domanda “Cosa vorresti che NON ci fosse nel tuo comune per vivere meglio?” sono state speculari alle precedenti. In particolare sono emerse risposte riguardanti la tematica della mobilità: traffico, meno auto, minimetrò, rotonde, semafori, buche; è emersa poi la tematica della cementificazione, degli appalti , dei palazzi dell’edificazione tradizionale, del degrado, degli inceneritori. Altri hanno espresso la questione della mala sanità , della cospicua presenza degli stranieri e delle troppo tasse. Preponderanti sono state le risposte riguardanti la questione etica: indifferenza segretezza, clientelismo, massoneria, corruzione, casta, bugie, appropriazione delle cose degli altri.

L’esercizio successivo è stato il tentativo di collocare le questioni emerse all’interno delle 5 stelle, che sostituiscono una sorta di intelaiatura comune a tutte le liste civiche afferenti a Beppe Grillo, riguardanti 5 aree: acqua, ambiente, energia, trasporti, sviluppo.

Dalla discussione tra tutti i partecipanti è emersa l’esigenza di aggiungere un’altra stella denominata “Questione etica” che sebbene sia trasversale e implicitamente contenuta anche nelle altre stelle/aree, merita di essere trattata come questione a se stante, poiché la questione etica deve essere un principio, un metodo e un obiettivo.
E’ emerso anche che alcune stelle/aree potrebbero essere sovapponibili e quindi accorpate.

L’assemblea ha condiviso che le 5 stelle sono da considerarsi indicative e che si possono togliere o aggiungere nuove aree/stelle a seconda delle esigenze del nostro Comune, adattatandole alle esigenze di contesto.
In linea generale si condividono le seguenti stelle/aree:
1) Questione etica
2) acqua/beni comuni
3) Energia
4) Ambiente
5) Sviluppo (comprendente anche le tematiche della socialità e della partecipazione)
6) Trasporti



Scarica il modulo di diffida al sindaco della tua città

lunedì 9 febbraio 2009


ASSEMBLEA PUBBLICA
VI ASPETTIAMO IL 14 FEBBRAIO

ORE 16:30

PRESSO
(nella foto è la struttura quadrata con i quattro tetti)

Visualizzazione ingrandita della mappa
per informazioni:

Skype perugia5stelle

Tel. 377.188.6647